giovedì 9 marzo 2017

"Saper ascoltare"

Non parlarmi adesso mentre il rumore del mondo mi uccide. 
Non parlarmi adesso, mentre la pioggia straccia le ultime foglie.
Sto volando via, marcisco con l'autunno.  
Sto cercando il mio Dio che mi ha abbandonata 
ma tornerò... quando nei campi
 scorrera'il sangue dei papaveri...ora no...
non parlarmi, e se vuoi amarmi fallo in silenzio 
mentre cade la neve.
Ascolta..ascolta...riesci a sentirmi nel silenzio?
...Devi sapere ascoltare.
(autrice Anna marchitelli)

sabato 12 novembre 2016

"LUDMILLA"

            " LUDMILLA"

Splendeva
come un faro di notte.
 Un tempo...Splendeva.
Un urlo agghiacciante
scosse i rami dei pini
mentre il vento le rubava
il copricapo.
A volte danzava tra i fiori
e a volte era triste 
seduta sulla fontana di marmo.
Un urlo agghiacciante 
scosse i rami dei pini
mentre decise di strapparsi il cuore.
 Ne usci'una pietra
una pietra..ecco...
la caccio' via
la lancio' dietro un monte
poi ritorno' nel giardino a danzare.
 Di nuovo splendeva!!
come un faro di notte
splendeva 
Ludmilla.

(anna marchitelli)


mercoledì 31 agosto 2016

"labbra aride"(autrice anna marchitelli)



labbra aride
la tua sete si e' spenta
sulle fontane di pietra grigia.
DIO
come mi somigli.
labbra aride
il tuo amore e' inesistente.
Come hai potuto vivere cosi'?
Crogiolato su duri scogli
prendi vita dall'inanimato.
prendi vita dall'oscurita'.
Chi sei?
Lasciami un segno
affinche' possa riconoscerti
e se dovessi rincontrarti
fuggire via da te
e da me.

(anna marchitelli)

sabato 2 luglio 2016

Amor, ch'a nullo amato....



Una lacrima,
e tutta 
la mia incapacita'
di immergermi in essa
come appartenesse a qualcun'altro.
Acqua ..semplice acqua.
            ...
Una lacrima,
ma per chi ama
e non e' ricambiato
essa assume un contorno diverso
 un vortice  oscuro
la piena di un fiume
ma dov'e' il miraggio di un paio d'ali
per salvarmi
 dalla follia
che io stessa ho creato?
consapevolmente? inconsapevolmente?
... dolce amore
non sai
e  non  saprai mai
quanti baci hai perduto.

(autrice anna marchitelli)

venerdì 3 giugno 2016

"COME HA FATTO IL MARE"



"COME HA FATTO IL MARE"

Io che non scrivo piu
applaudo a questo fallimento.
Poeta distratta.. poeta di giorni persi.
Ho lasciato andar via le parole
affinche'
non si fermassero piu sulla pelle.
Nate da me,e, come ogni cosa che amavo
ho lasciato andar via.
Non so se dentro me
ci sia un vuoto terribile...
ho lasciato andar via
esattamente
come il mare
rigetta le sue conchiglie sulla sabbia
e poi
forse piangera'
nel silenzio dei giorni
ricolmi di solitudine
quando l'urlo delle sue perle
si perdera' con la notte.
ho lasciato andar via
cosi'...
come ha fatto il mare.

(autrice anna marchitelli)